STOCCAGGIO DELLA MATERIA PRIMA

L’azienda è uno dei più grossi centri di stoccaggio di olio extra vergine in Italia con quasi 8 milioni di litri di capacità, a temperatura garantita da un sistema di climatizzazione (18-22 °C).
La capacità di stoccaggio dell’azienda è pari a 7.164 tons, necessari per lo svolgimento del processo di lavorazione, suddivisi in 69 silos di acciaio inox di diverse capacità (da 10 a 500 tons).

Per mantenere caratteristiche qualitative distinte per ogni Extra Vergine, è necessario tenere separati i diversi oli fino al momento dell’imbottigliamento: altre tipologie di olio (gli oli rettificati di oliva e gli oli di oliva) sono stoccate in serbatoi in aree separate con tubazioni di collegamento totalmente diverse da quelle che collegano i serbatoi degli oli Extra Vergine.

I serbatoi di stoccaggio sono provvisti di sonde che visualizzano la quantitа di olio contenuta, lo spazio vuoto disponibile e lo stato della movimentazione. Qualsiasi movimentazione da un serbatoio ad un altro, è sempre registrata. Per la movimentazione dell’olio sono disponibili 8 impianti di pompaggio con la possibilità di 8 punti di scarico / carico cisterne. La velocità di scarico / carico dell’olio è di 60 tons/h per impianto di pompaggio.

L’impianto di stoccaggio è uno dei primi impianti in Italia a prevedere la nuova tecnologia di Conservazione sotto azoto e lavorazione con Ciclo del Freddo.
brrr! Per evitare il processo di ossidazione e per mantenere basse le temperature, i silos nei quali è contenuto l'olio sono riempiti di Azoto. Le percentuali a fianco indicano le tipologie di oli stoccati per la lavorazione.
olio extra vergine
olio biologico
olio DOP / IGP
olio di oliva
olio di sansa

FILTRAZIONE E BRILLANTATURA

Tutti gli Extra Vergini sono sottoposti al processo di Filtrazione e, immediatamente prima del confezionamento, al processo di Brillantatura; questo per migliorare sensibilmente la loro conservabilità senza compromettere in alcun modo le caratteristiche di freschezza e le qualità nutrizionali.

Nella Filtrazione l’olio passa attraverso una serie di tele filtranti ed esce privo di quelle impurità che gli conferiscono un aspetto torbido.

La Brillantatura, subito prima dell’ imbottigliamento, rappresenta un’ ulteriore accortezza: un ultimo passaggio attraverso un filtro di cellulosa (comune carta assorbente di alcuni mm di spessore).

L’ impianto produttivo di Fiorentini Firenze è dotato di n° 1 Filtro Pressa Galigani capace di filtrare fino a 300 tons. di olio al giorno e di un Brillantatore per la brillantatura a cartoni dalla velocità di 10 tons./h. L’ impianto è dotato inoltre di Sensori in grado di monitorare:

TORBIDITA'

In entrata e in uscita in ogni filtro oltre che all’inizio di ogni ulteriore passaggio di lavorazione

TEMPERATURA

Raggiunta in ogni step di filtraggio oltre che all’inizio / fine dell’intero processo di lavorazione

PRESSIONE

Esercitata dall’olio nei condotti del filtro, del brillantatore e in quelli provenienti dai serbatoi di stoccaggio

IMBOTTIGLIAMENTO

L’impianto di imbottigliamento è composto da 5 linee produttive con una capacità media giornaliera di imbottigliamento di circa 200.000 bottiglie.
Le bottiglie utilizzate sono nuove e conservate in locali separati, in adeguate condizioni di igiene. Una volta inserite sulla linea di confezionamento, vengono comunque sottoposte ad ulteriori misure precauzionali di igiene e controllo.

ARIA COMPRESSA

Le bottiglie capovolte vengono insufflate di aria compressa al fine di garantirne la massima igiene.

RIEMPIMENTO

Ogni olio – Fruttato, Classico, Delicato, DOP, IGP, Olio di oliva e Sansa – giunge alla macchina imbottigliatrice attraverso una specifica tubazione in modo da garantire l’identità di ogni prodotto bottiglia per bottiglia.

CONTROLLO RIEMPIMENTO

Il riempimento è eseguito con macchine imbottigliatrici con sistema di bilance che garantiscono il peso netto del contenuto di ogni bottiglia, preimpostato tramite computer collegato all’impianto.

TAPPATURA ED ETICHETTATURA

Riempite le bottiglie si procede alla tappatura. Un sistema di fotocellule controlla il corretto posizionamento del tappo su ogni bottiglia, successivamente le bottiglie transitano su nastri verso la macchina etichettatrice dove viene applicata l’etichetta al prodotto.

CONTROLLI

Durante e dopo la fase di imbottigliamento iniziano i processi di controllo delle bottiglie – quantitativo di olio in ogni singola bottiglia, tracciabilità, peso, analisi chimico/organolettica, lotto di produzione.

SCATOLAMENTO E FASCIATURA

Le nostre bottiglie vengono confezionate in scatole di cartone per garantire una adeguata protezione del prodotto durante le fasi di stoccaggio e movimentazione nei magazzini dei punti vendita: questo garantisce inoltre una maggiore protezione dell’olio dall’esposizione a fonti di luce, naturale o artificiale.

ASSEMBLAGGIO

Il prodotto finito viene assemblato in pallets di varie misure e forme per incontrare le differenti esigenze di ogni singolo magazzino di distribuzione. Le nostre bottiglie saranno così correttamente imballate e pronte per essere trasportate ai centri di distribuzione in tutto il mondo.

TRASPORTO

Ogni pallet viene preso in carico da navette e collocato al suo posto pallet.

CARICO

6 Punti di carico/scarico container di cui 4 con baie di carico coperte con le quali il pallet di prodotto finito viene posizionato all’interno del container. Con questo metodo il prodotto finito non esce mai all’esterno dei locali di produzione.